Anatomia dell'ostrica

Le caratteristiche anatomiche

22 giugno 2018
 
 

Mollusco marino fisso, dalla conchiglia costituita da due valve, le ostriche fanno parte della famiglia delle bivalvi, cioè dotate di due conchiglie.

 

Incapaci di muoversi a causa della perdita precoce del loro piede le ostriche non possono spostarsi e si fissano alle rocce per mezzo di una delle loro valve, o si depositano sul fondo del mare. Esse si fissano dunque in modo permanente su un supporto attraverso la conchiglia.

L’ostrica è formata dal mantello ricopre il corpo molle dell’animale e gioca un ruolo importante in quanto produce le sostanze organiche e inorganiche che vanno a costituire la conchiglia.

 

Una piccola cavità, ricoperta di una membrana e situata vicino all’attacco dell’adduttore, racchiude il cuore che irrora il corpo dell’ostrica di un sangue color bluastro.

 

Dei nervi situati nel mantello e circondati di muscoli permettono la ritrazione del cuore.

 

Il fegato assomiglia a una ghiandola scura; l’ostrica fornita di glicogeno, zucchero direttamente assimilabile all’organismo, costituente la principale riserva di glucosio nel fegato e nei muscoli, è definita ‘grassa’ quando questo muscolo ne è ricco.

                                                                     

La bocca dell’ostrica si trova all’estremità anteriore del corpo tra due paia di labbra sottili o palpi. Le branchie, due paia di organi respiratori che assomigliano a due falci sono coperte di ciglia filamentose.