PIANO CONSEGNE AGOSTO
Le consegne verranno sospese a partire da lunedì 12/08 e riprenderanno lunedì 26/08

Polpo galiziano in CBT

Curiosità e consigli di utilizzo

25 giugno 2019
Il polpo, uno dei pesci da insalate estive più ambito e gustoso in assoluto. Ecco la storia di come è arrivato sulle nostre tavole e come la tecnologia ti farà gustare al meglio la sua bontà!
 
Il tradizionale polpo essiccato 
Un po' di storia

L'utilizzo di questa prelibatezza, si insinua come lunghi tentacoli nella storia d'Europa, partendo dagli antichi greci. Evidenze storiche raccontano che furono loro i primi a servirlo in insalata, condito con del succo d'arancia e prezzemolo fresco. La cultura dell'abbinamento agli agrumi arrivò in Sicilia, dove sicuramente trovò terra fertile per la sua diffusione, tale che altre ricette iniziarono a proliferare come il polpo alla Luciana a Napoli che prevede una cottura in umido.

 
Polpo a la gallega

La cultura del polpo si diffuse in tutta Europa, fu significativo l'apporto commerciale dei Maragatos in Galizia, popolo di mercanti di origine medio-orientale specializzato nel commercio di olio e spezie tra cui la paprika. I galiziani che tradizionalmente essiccavano i polpi per favorirene la conservazione, trovarono utile l'olio di oliva per rinvenire il polpo disidratato e un ottimo abbinamento con la paprika. Questa ricetta fu così apprezzata che diventò il pulpo á feira, ovvero il piatto delle feste. Nel tempo la cultura galiziana iniziò ad abbinarlo alle patate, naque quindi il pulpo a la gallega che oggi si può gustare in tutta la penisola iberica.

 

Tentacoli di polpo a la gallega

la sua Cottura oggi

Se non hai tempo, spazio e coraggio di essiccare polpi sul terrazzo di casa, lo scoglio per gustare un buon polpo a la gallega è sicuramente la cottura. Puoi cuocerlo per circa un'ora in acqua bollente, a fuoco spento (lascia pure perdere i tappi di sughero non servono), oppure provare ad utilizzare la nuova tecnica per la cottura a bassa temperatura (CBT) per 7-10 ore a 72°C. Questa tecnica consiste nella cottura in buste sotto-vuoto, evita che i succhi della carne si perdano e assicura la miglior consistenza al prodotto

 

Se entrambi gli scenari inibiscono la voglia di cucinarti una buona insalata di polpo, puoi assaggiare il nostro tentacolo di polpo galiziano cotto in CBT, non dovrai fare altro che aprire la confezione e servirlo.

 

come servirlo?

Polpo significa semplicità e freschezza. Il tentacolo di polpo cotto in CBT è pronto per essere affettato oppure impiattato intero. Prova servirlo alla greca: con succo di arancia e prezzemolo. Oppure con un filo d'olio extravergine di oliva e paprika per omaggiare la tradizione Galiziana. Se la cottura di un paio di patate non ti spaventa, puoi creare un letto di patate su cui adagiare il polpo a la gallega, un vero piacere per il palato!

 
Scopri il gusto del polpo cotto a bassa temperatura!
 
Iscriviti alla newsletter
Ricevi offerte esclusive e scopri gustose novità
Iscriviti ora!