Spedizioni di Dicembre
Guarda la sezione news in fondo alla pagina e scopri come ordinare per le feste!

Queste Cozze

Sono allevate come ostriche!

12 giugno 2019
In Francia si chiamano Moules de Bouchot, ovvero Cozze di Bouchot. Non farti trarre in inganno, Bouchot non è un paese ma il palo su cui vengono issate per sfruttare come nelle ostriche, l'effetto delle maree per aumentarne la carnosità! 
 
Le cozze crescono su pali detti Bouchot
La loro storia

È un viaggiatore irlandese, Patrick Walton, che nel 1235 inventò l'allevamento sui Bouchot. Vittima di un naufragio nella baia di Aiguillon, in Nuova Aquitania, si stabilisce e si dedica alla cattura di uccelli acquatici usando reti tese tra pali piantati in mare.

Si accorge subito che i pali iniziano a coprirsi di cozze, moltiplica quindi il numero di pali creando una vera e propria "foresta" in mare, battezzando sua invenzione con le parole "bout" e "choat": staccionata di legno.

 
Come e quando si allevano?

Con i primi caldi della primavera le cozze di Bouchot nascono sulla costa francese. Le piccole larve sono captatate dalla natura con l'ausilio di corde tese orizzontalmente e crescono per tutta l'estate alternando il calore dei raggi solari alle tumultuose maree oceaniche

Con l'arrivo di settembre le corde sono avvolte a spirale intorno ai bouchot, inizia la fase di affinamento e accrescimento del frutto, lo sviluppo delle cozze Bouchot avverrà durante l'inverno e la primavera seguente. Grazie all'alternarsi delle maree, come avviene con le ostriche, la cozza si abitua a rimanere chiusa, sviluppando quindi muscolatura e un notevole tasso di carne.

Assaggia le cozze in abbinamento alle patatine fritte
Come si cucinano?

Da buoni italiani, cucinare le cozze è sicuramente nei nostri geni, ma l'approccio francese è degno di nota

 

partiamo dal soffritto

Prova ad utilizzare cipolla o scalogno leggermente dorati con un filo di olio d'oliva, è il primo passo per assaporare le cozze con un gusto diverso dal classico aglio. La cipolla darà dolcezza e leggera acidità, non è necessario sfumare con del vino bianco.

 

Il segreto della cottura

Bastano pochi minuti, utilizzando il coperchio velocizzerai il processo iniziale ma attenzione, per evitare che si secchino o diventino "gommose", rimuovi dalla pentola con una pinza le cozze aperte! 

 

L'abbinamento

Un grande classico francese (e belga) prevede l'abbinamento delle cozze alle patatine fritte, non rabbrividire, provare per credere! E se proprio vuoi che tutti i preconcetti cadano, assaggiale con una fonduta di formaggio roquefort oppure con panna e curry.

 
Scopri il gusto delle cozze di bouchot!
 
Iscriviti alla newsletter
Ricevi offerte esclusive e scopri gustose novità
Iscriviti ora!