Le ostriche verdi

Fine o Speciale?

28 gennaio 2019
 

Oggi vogliamo raccontarvi delle nostre ostriche verdi, in francese le verte.

 

Quest'ostrica rappresenta un'autentica chicca gastronomica, una rarità che si posiziona tra le più interessanti produzioni ittiche mondiali. Come vi abbiamo raccontato in passato, gli ostricoltori del territorio di Marennes Oléron, caratterizzano le ostriche affinandole nelle tipiche vasche d'argilla, le claire. 

 

Durante i mesi invernali da ottobre ad aprile, solo nei migliori cru, le favorevoli esposizioni alla luce solare, unite alle particolari condizioni delle acque, consentono la proliferazione dell'alga Navicule bleu. Essendo poi filtrata dalle branchie dell'ostrica, tinge i tessuti donando magnifici riflessi verdi

Ecco due differenti etichette che abbiamo selezionato per raccontare al vostro palato, la bontà di questi prodotti:

 

Vi piacciono ostriche saporite? Scegliete la nostra Fine Verte, un indice di carne medio vi permetterà di apprezzare in purezza il solleticante gusto dell'alga, molti dicono ricordi il gusto dei blue cheeses.

 

Vi piace un'ostrica più dolce e carnosa? Scegliete Speciale Emeraude, con il suo generoso indice di carne appagherà il desiderio di assaggiare un'ostrica dolce e polposa dal leggero retrogusto erborinato.

 

Ora non vi resta che rispondere alla domanda, qual è la vostra ostrica verte preferita?

 
Iscriviti alla newsletter
Ricevi offerte esclusive e scopri gustose novità
Iscriviti ora!