Ostriche verdi

Tutto ciò che devi sapere

18 aprile 2019
Ostrica Emeraude di Roland Lambert

Se sei appassionato di ostriche, avrai sicuramente sentito parlare delle ostriche verdi. Sono un prodotto delizioso, tale che ogni gastronomo che si rispetti deve assaggiarle almeno una volta nella vita! 

Oggi vogliamo raccontarti cinque curiosità per apprezzare ulteriormente questo prodotto unico.

 

Dove vengono prodotte? 

L'ostrica verte è il simbolo dell'ostricoltura della Nuova Aquitania, una delle regioni con maggior vocazione eno-gastronomica, basti considerare che il capoluogo è proprio Bordeaux! Nello specifico viene prodotta esclusivamente nei ventisette comuni compresi dal consorzio delle ostriche di Marennes Oleron, sanciti per legge a partire dal 2009 dall'Unione Europea, sotto l'Identificazione di Origine Protetta - IGP. Approfondisci qui la tua conoscenza su questo prodotto!

 

Perchè si tingono di verde?

Il colore è dovuto alla naturale presenza nei mesi invernali, dell'alga Navicule bleue, nelle antiche saline dette "claire" in cui si affinano per tradizione le ostriche da cui deriva il nome di Fine de Claire.

Filtrando l'ostrica 25-30 litri di acqua all'ora, le alghe donano il pigmento blu che per associazione cromatica al color crema delle branchie, dà luogo al magnifico color verde smeraldo quindi il nome: Fine de Claire Verte.

 

Sono sempre disponibili?

Questo fenomeno è di natura stagionale, le condizioni climatiche invernali infatti favoriscono la proliferazione dell'alga. Freddo, umidità e luce sono gli ingredienti necessari per la sua crescita, condizioni che solo nelle claire con la migliore esposizione si verificano. Tutto ciò si traduce nella loro disponibilità esclusivamente da Ottobre alla fine di Aprile.

 

Cosa cambia in termini di gusto?

L'affinamento in presenza di alghe dona al frutto un gusto unico. Oltre alle caratteristiche tipiche dei prodotti di Marennes Oleron, si aggiunge una strepitosa sensazione "erborinata" che rende l'ostrica verte un prodotto irresistibile. Sentirai un leggero pizzicore sulla lingua, simile a quando si mangia un formaggio erborinato

 

Quanti tipi esistono?

Oltre alle tradizionali Fine de Claire Verte, esistono sul mercato altre ostriche verdi sempre provenienti dal distretto di Marennes Oleron, prodotte all'esterno del disciplinare di produzione. Questo significa massima espressione dell'arte ostricola dei produttori, ed è proprio grazie a loro che si trovano prodotti ancora più interessanti come le ostriche Emeraude, allevate da Roland Lambert. Un un particolare affinamento garantisce loro un tasso di carne maggiore con conseguente aumento della dolcezza del frutto. 

 
PROVA ANCHE TU L'OSTRICA VERDE!
 
Iscriviti alla newsletter
Ricevi offerte esclusive e scopri gustose novità
Iscriviti ora!